L’appartamento sospeso

A Rimini, un vecchio appartamento di pescatori su due piani, vincolato, viene trasformata in un’abitazione contemporanea luminosa, dotata di spazi aperti e fluidi.

Un’antica casa di pescatori su due piani situata nel vecchio quartiere di San Giuliano a Rimini. Le finestre esistenti con unico affaccio sulla stretta via di accesso, a eccezione di due aperture di servizio su una piccola corte verso l’interno del lotto. La richiesta principale del committente era ottenere spazi fluidi e aperti, il più luminosi possibile. Partendo dal fatto che le murature perimetrali risultavano vincolate e quindi non modificabili, il progetto si è concentrato su una soluzione che trovasse risposte dall’interno dell’edificio. Il volume è stato così interamente svuotato lasciando solo i muri portanti e studiando una serie di incastri dove i nuovi solai in ferro e legno non coprono mai l’intera superficie del piano, dando vita a un gioco di “volumi sospesi”.

D414_04

Il primo piano non copre interamente il piano terra, lasciando libero l’ingresso fino al soppalco del secondo piano, che a sua volta si affaccia sulla camera da letto, ma, al contempo, lascia che da questa si possa godere la vista dell’intera copertura. E così la luce zenitale proveniente dalla copertura può scendere lungo la parete di fondo, nel vuoto a tutta altezza del vano scala e attraverso le pavimentazioni in vetro dei solai inondando la zona giorno, grazie anche al bianco assoluto scelto per le pareti che ne amplifica il riflesso.

La zona notte risulta uno spazio a doppia altezza. Un primo livello dedicato al riposo dove, nel vano stretto e lungo rimasto dietro la parete portante originaria, sono stati ricavati i servizi, chiusi da porte ottenute riutilizzando vecchie assi recuperate in cantiere carteggiate e laccate a pennello. Un secondo livello affacciante sul primo, adibito a studio, dove una lastra di vetro funge da parapetto. Nello scarto tra i due solai è stato inserito l’armadio che, bianco, si integra e si confonde con le strutture di pareti e tetto. Dietro di esso, nel vuoto lasciato dall’arretramento della zona notte, si nasconde un piccolo spazio segreto, un pensatoio privato con una comoda poltrona, il cui pavimento in vetro sovrasta l’ingresso.

L'INTERVENTO
Volumi sospesi, una casa concepita come open space verticale. Pieni e vuoti, che si alternano a porzioni di pavimento in vetro e che compongono la zona notte sviluppata su più livelli, permettono alla luce di attraversare lo spazio per tutta l’altezza dell’edificio, rendendone simultaneamente percepibile la sua totalità già dall’ingresso al piano terra.

PROGETTO
Arch. Luca Gangemi - Studio LDACI
FOTOGRAFIA
Cristina Fiorentini

Per consultare tempi e costi di realizzazione, leggere Come Ristrutturare la Casa N.5

LASCIA UN COMMENTO